Magistratura democratica

Giurisprudenza e documenti - pagina 2

Delitti dei pubblici ufficiali contro la pubblica amministrazione e uso del captatore informatico: una storia infinita?
Le SSUU civili, nella sentenza 741/20, ritengono l’utilizzabilità del captatore per i più gravi delitti dei pubblici ufficiali contro la pubblica amministrazione. All’emergere di voci critiche in dottrina, nello scritto si analizzano gli argomenti utilizzati e si aderisce al dictum del giudice di legittimità
06/05/2020
Strumenti giurisdizionali e amministrativi per il disinquinamento mafioso dalle attività economiche
La pluralità di strumenti diretti ad impedire la penetrazione delle organizzazioni criminali nel tessuto dell’economia presenta zone di confine di incerta definizione. Di qui l’esigenza di coordinamento e razionalizzazione
05/05/2020
La responsabilità del pubblico ministero per omessa perquisizione
Un commento alla sentenza del caso Manduca: il criterio della preponderanza dell'evidenza riapre i giochi. Annullata dalla Cassazione la sentenza di appello sulla domanda risarcitoria del danno cagionato dall’omissione di perquisizione da parte del pubblico ministero: al giudice di rinvio il compito della ponderazione tra le possibili spiegazioni causali, per individuare quella maggiormente probabile
30/04/2020
Il reddito di base sociale incondizionato (Rbsi) come reddito primario e istituzione del Comune
L’emergenza sanitaria, pur nella tragedia, ci dà una grande opportunità: poter iniziare ad avviare un percorso di riforma strutturale del sistema di welfare italiano in una direzione opposta a quella che oggi si sta percorrendo
28/04/2020
Licenziamenti illegittimi: la pronuncia del Comitato europeo dei diritti sociali
Fondato il ricorso della CGIL sul plafond dell’indennizzo spettante al lavoratore: il Jobs act viola il diritto dei lavoratori a una congrua riparazione in caso di licenziamento illegittimo
27/04/2020
Benefici penitenziari e collaborazione con la giustizia: quale presente e quale futuro?
Riflessioni a margine della Sentenza n. 253 del 2019 della Corte Costituzionale. Rimuovendo la natura della presunzione assoluta di pericolosità sociale, con riferimento alla concessione del permesso premio, assegnata dal Legislatore alla condotta non collaborativa dei detenuti condannati per i reati rientranti nel catalogo di cui all’art. 4 bis ord. pen., la Consulta ha riscritto la trama normativa della materia, così enucleando una disciplina di non univoca applicazione, in particolare attorno al rilievo da attribuire alla collaborazione nelle sue diversi ipotesi: mancanza, “impossibilità” o irrilevanza. Restano sul tappeto molti delicati problemi e contraddizioni
17/04/2020
Le tutele necessarie: la Corte  di Cassazione sul rapporto di lavoro dei riders anticipa la legge e fornisce risposte utili in tempo di epidemia
Il contagio da coronavirus espone in particolare i lavoratori destinati al continuo contatto con il pubblico. La Cassazione non solo ha anticipato le modificazioni del dl n. 101/2019,  ma ha fornito indicazioni quanto più valide in questa situazione di emergenza in cui a non tutti è consentito di “restare a casa”
17/03/2020
Lavoro agile (o Smart working): l’esperienza del Tribunale di Livorno
Anche l’organizzazione degli uffici giudiziari può fare perno sul lavoro agile
14/03/2020
Legittima la rimozione da parte di Facebook delle pagine di Forza Nuova dal social network
Nel ricorso si lamentava la disattivazione da parte di Facebook delle pagine di Forza Nuova
24/02/2020
La legittimità della disciplina italiana contro il licenziamento collettivo
A cinque anni dal cd. Jobs Act e a otto anni dalla riforma Fornero la disciplina del licenziamento collettivo illegittimo approda alla Corte Costituzionale e alla Corte di Giustizia dell’Ue
12/02/2020
Doppia pregiudizialità, ordine delle questioni, disordine delle idee
La sentenza della Corte costituzionale n. 269/17 ha segnato uno spartiacque nella giurisprudenza sul rapporto tra pregiudiziale costituzionale e pregiudiziale euro-unitaria; con quattro sentenze del 2019 la Consulta torna sull’argomento, rimodula le proprie posizioni e apre nuove prospettive di dialogo con i giudici comuni e con la Corte di Lussemburgo
06/02/2020
Discriminazione su base sindacale e onere probatorio
Commento alla sentenza della Corte di cassazione n. 1 del 2 gennaio 2020 su un ricorso ex art. 28 dello Statuto dei Lavoratori
29/01/2020
Quando la Costituzione è in movimento
La decisione della Corte di assumere un ruolo di responsabilità nel processo di maturazione di una democrazia allargata e partecipata è il segno che si sta ora in una fase nuova, in cui più che in passato la Costituzione è chiamata a guidare i processi collettivi, e il principio di sussidiarietà diventa un motore del cambiamento
28/01/2020
Condotte extralavorative e giusta causa di licenziamento
Orientamenti di legittimità e valutazioni del giudice di merito. Rassegna ragionata della più recente giurisprudenza di legittimità
23/01/2020
La propaganda nazi-fascista via social network e la Costituzione democratica antifascista
Fino a che punto l’invocazione del pluralismo politico può scriminare forme di propaganda favorevoli al fascismo via social network? Un costituzionalista si interroga su due ordinanze (Roma e Siena) e sul rapporto tra giurisdizione ordinaria e i principi costituzionali antifascisti
20/01/2020
L’ambito soggettivo di applicazione del principio di automaticità delle prestazioni previdenziali
Riflessioni sulla contrastante giurisprudenza di merito in tema di applicabilità dell’art. 2116 cc sull’automaticità delle prestazioni previdenziali connesse a evasioni contributive in favore dei collaboratori a progetto
17/01/2020
Decisione amministrativa robotica  ed effetto performativo. Un beffardo algoritmo per una "buona scuola"
Spunti in tema di applicazione degli algoritmi alle decisioni amministrative, muovendo dall’orientamento del Consiglio di Stato in tema di esiti della procedura di assegnazione delle sedi al personale docente scolastico (l. 107/2015), effettuata sulla base di un algoritmo appositamente introdotto dal Miur
13/01/2020
Buona fede e nullità selettiva nei contratti d’investimento finanziario
Le Sezioni Unite si esprimono in materia di rapporti tra banche (ed intermediari finanziari in genere) e loro clienti nel senso che la dichiarazione di nullità del contratto quadro coinvolge tutte le operazioni compiute in base a quel medesimo contratto
07/01/2020
Contratto collettivo nazionale a termine e facoltà di recesso del singolo datore di lavoro
La decisione della Corte di cassazione sulla disdetta anticipata del contratto da parte di Fiat dopo l’uscita da Confindustria  
10/12/2019
Hitler, i gay e le reazioni su Instagram: una giusta richiesta di archiviazione
Per la procura si applica l’esimente della provocazione che scrimina i commenti offensivi contro una nota influencer che aveva invocato su Instagram l’intervento di Hitler a fronte di un “gay pride
26/11/2019
Migranti e traffico di rifiuti. Una discutibile sentenza della Cassazione
La Corte di Cassazione riconosce l'ipotesi di traffico illecito di rifiuti nel caso Aquarius: ma è dubbio che a una Ong che soccorre migranti si possa attribuire l'allestimento di mezzi e di attività continuative organizzate per il traffico illecito
19/11/2019
La classificazione e la gestione dei rifiuti radioattivi
Pubblichiamo le Relazioni della Commissione parlamentare d’inchiesta sulle ecomafie, un tema di grande importanza dato il rientro in Italia delle scorie radioattive, la ricaduta sociale che comporta la scelta del sito di deposito e i reati di traffico e abbandono di materiale ad alta radioattività
08/11/2019
La trasparenza negata. Commento a Tar Lazio n. 5714/2019
Il potere di archiviazione pre-disciplinare del P.G. è libero da controlli e gli atti di archiviazione sono inconoscibili con lo strumento dell’accesso civico generalizzato
07/10/2019
CTU, svolta in primo grado e vaglio di ammissibilità dell’appello ai sensi dell’art. 342 cpc nella più recente giurisprudenza della Cassazione
Prendendo spunto dalla recente ordinanza della Cassazione, sezione VI, n. 97/2019, l’autrice esamina la giurisprudenza di legittimità in ordine al rapporto tra la sentenza di primo grado che fa proprie le conclusioni nel merito della consulenza tecnica di ufficio e il contenuto dell’atto di appello che censura la decisione, alla stregua dei principi dettati dall’art. 342 cpc e interpretati dalla giurisprudenza della SC, in tema di ammissibilità dell’appello
23/09/2019
Ancora sull’esecuzione su beni di Stato estero
Brevi note a Cassazione Civile, III Sezione, 25 giugno 2019, n. 21995
20/09/2019
Le Sezioni unite sulla cannabis light. Una prima lettura
La cannabis light tra legge, giudici, principio di offensività in astratto e in concreto e alcune occasioni mancate
24/07/2019