Magistratura democratica

Osservatorio internazionale - pagina 9

ICTY, la lettera del giudice Hahrhoff svela i problemi della giustizia internazionale
Lo "scandalo" della lettera di un giudice del Tribunale Internazionale per l'ex Yugoslavia mette a nudo le debolezze della giustizia penale internazionale: mancanza di regole deontologiche, di garanzie di indipendenza, di meccanismi di responsabilità
17/07/2013
Protezione dei diritti fondamentali e procedurali dall'OLAF all'EPPO
Un seminario della fondazione Basso rilancia il dibattito sul Procuratore Europeo
15/07/2013
Il Pm europeo in un convegno del CSM
In attesa della pubblicazione della proposta della CE, al Consiglio Superiore si è discusso delle competenze e della struttura del Procuratore Europeo
15/07/2013
L’Europa come spazio investigativo comune:
verso il procuratore europeo
Problematiche e prospettive dalle esperienze amministrative
alla creazione (prossima) del Pubblico Ministero Europeo
28/06/2013
Hic Sunt Nationes
Botta e risposta tra la Corte di Giustizia EU (caso Åkerberg Fransson) e la Corte Costituzionale tedesca sull’applicazione della Carta EU dei Diritti Fondamentali
27/05/2013
Passi in avanti verso l’adesione dell’Unione europea alla C.e.d.u.
Dopo oltre due anni e mezzo di negoziati tra la Commissione e le Alte Parti Contraenti della Convenzione, si è arrivati per il momento a un'intesa preliminare su un testo di accordo di adesione
24/05/2013
Cedu, la causa Riina contro Italia
Due sentenze di marzo della Corte relative all’Italia. Nella prima si torna sulla compatibilità del regime ex art. 41 bis con la Convenzione europea per i diritti dell'uomo. Al centro della causa Varesi c. Italia la rendita degli ex dipendenti dell'INAIL
10/05/2013
Cedu, la sentenza nel caso Tymoshenko v. Ucraina
La Corte ha pubblicato il 30 aprile le sue decisioni sul caso dell'ex premier ucraina. Secondo l'organismo europeo, i motivi che hanno portato alla detenzione prima del processo erano "arbitrari" e "illegali"
02/05/2013
Il caso dei marò: giurisdizione, immunità e luogo di esecuzione dell'eventuale condanna
Dopo gli interventi di Villoni e Rossetti, l'autrice affronta i temi della giurisdizione, dell'eventuale immunità di cui potrebbero godere i marò e del luogo ove sconterebbero l'eventuale pena
29/03/2013
Pillole della Corte di Giustizia dell'Unione europea
La rassegna delle principali decisioni prese in questo mese dalla CGUE
28/03/2013
La Suprema Corte indiana,
il concetto di trust
ed il caso dei marò
Secondo la giurisprudenza della Suprema Corte indiana, infrangere un rapporto fiduciario stipulato, a tutela dei diritti universali della persona, ed utilizzarlo per atti contro l'ordinamento giurisdizionale, è un reato grave
21/03/2013
Il diritto europeo
nel dialogo tra le Corti
Presentato in Cassazione un volume, a cura di Roberto Cosia e Riccardo Foglia, con riflessioni sul tema del dialogo tra le Corti nazionali e sovranazionali
18/03/2013
La vicenda dei marò italiani in India
Non sembrano rinvenirsi nel diritto internazionale convenzionale, in tema di pirateria, solide argomentazioni per vincere la partita innanzi alla Corte Suprema Indiana
13/03/2013
La CEDU, l'adozione e le coppie dello stesso sesso
Pensieri sparsi, a prima lettura, su una sentenza della Corte dei diritti umani in tema di adozione e coppie dello stesso sesso e sull’efficacia delle sentenze di Strasburgo–GC
25/02/2013
Pillole di CEDU
I principali “Camera judgments” della Corte EDU di gennaio 2013
21/02/2013
Nuova condanna per violazione dell’art. 8 della Convenzione
Una nuova condanna dell’Italia per violazione dell’art.8 della Convenzione a seguito della pronuncia della Corte di Strasburgo del 29 gennaio scorso (Causa Sergio Lombardo c. Italia, ricorso n. 25704 / 11)
20/02/2013
Decisioni della CEDU e conformità alla convenzione europea
La controversa nozione di Consensus e le recenti tendenze della giurisprudenza della Corte di Strasburgo in riferimento agli articoli 8-11 della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo
31/01/2013
Carceri: sentenza pilota
della Corte di Strasburgo
condanna l'Italia
La Corte Europea dei diritti dell’Uomo ha giudicato le condizioni dei detenuti una violazione degli standard minimi di vivibilità che determina una situazione di vita degradante
29/01/2013