Magistratura democratica

Articoli di Paolo Borgna

Pubblico ministero a Torino
25 Aprile e stato d’eccezione
La commemorazione della Liberazione dal nazifascismo come occasione per riflettere sul futuro della libertà (e della giustizia)
25/04/2020
Esercizio obbligatorio dell’azione penale nell’era della “pan-penalizzazione”
Il principio costituzionale per cui “il pubblico ministero ha l’obbligo di esercitare l’azione penale” va difeso con intelligenza: va inteso realisticamente che il pubblico ministero non possa decidere di esercitare l’azione penale in modo arbitrario o influenzato da altri poteri
31/10/2019
C’è una similitudine di fondo tra il mestiere del giurista e quello dello storico: convincere attraverso lo sviluppo di un ragionamento
09/10/2019
Prima dell'8 settembre del 1943, durante il Ventennio fascista, molti magistrati sentivano l’iscrizione al Pnf come un’umiliazione, che non li obbligava a comportamenti contrari alla loro coscienza. Per loro, l’opposizione al fascismo fu uno stato d’animo pre-politico, un’opposizione culturale, un “antifascismo di stile”
11/07/2019
Per una riforma del processo penale all'insegna di una comune cultura della giurisdizione
La giustizia ha bisogno di un organico intervento riformatore, preparato da un movimento culturale ampio e profondo, sostenuto da quella cultura della giurisdizione che accomuna avvocati e magistrati
18/02/2019
Ricordando Bianca
Un filo rosso accompagna tutta la vita e l'impegno di Bianca Guidetti Serra: il rispetto e la curiosità per la persona umana
12/07/2014
A proposito della “Storia della magistratura italiana” di Antonella Meniconi
La scommessa ambiziosa dell'opera, di scrivere la prima storia complessiva della magistratura italiana, può dirsi vinta
02/12/2013